Arabba, Marmolada

Arabba, una perla delle Dolomiti : Stagione 2017-18


Arabba : Una piccola stella nelle Dolomiti, tranquilla, con tutto il necessario per passare una bellissima vacanza. Sia in inverno che in estate”. Oppure: “Il posto è completamente immerso nella natura. Si fa fatica a credere che ce ne siano ancora di così. Sembra di essere in una favola. Fantastico”. Ma anche: “Le persone del luogo sono fantastiche, qui si vive bene, si scia bene e si mangia bene. Se la miglior pubblicità è il giudizio di chi c’è stato, è sufficiente scorrere le recensioni sul web per capire che Arabba non è (sol)tanto una piacevole località turistica, ma un vero e proprio angolo di paradiso terrestre.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 1, media punteggio 5,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

Nel Comune di Livinallongo del Col di Lana (BL), nella Valle di Fodom, una delle cinque valli che costituiscono l’enclave della Ladinia. Arabba, “Reba” in ladino, si trova qui, ai piedi del massiccio del Sella (una tra le icone più famose delle Dolomiti, patrimonio UNESCO), a 1600 metri di quota, incastonata come una perla tra il Passo Pordoi e il Passo Campolongo. E, di fronte, la “Regina” delle Dolomiti, cioè l’inconfondibile parete della Marmolada, su fino a Punta Penìa che, con i suoi 3.342 m è il punto più alto di tutte le Dolomiti.

In questo scenario unico e suggestivo, Arabba è una piccola frazione che ha conservato la cultura, le tradizioni, i racconti, l’artigianato e i valori di uno stile di vita prevalentemente contadino, semplice e genuino, che oggi permette agli ospiti di immergersi in un “mondo fuori dal mondo”. Un paese raccolto e caratteristico, un luogo ideale per riscoprire una dimensione a misura d’uomo in ogni stagione: aria pulita, natura incontaminata, zero stress.

Inverno: una Ski Area unica al Mondo

In inverno, Arabba cambia veste, preservando comunque le caratteristiche che ne fanno un villaggio di quiete e rilassatezza. Con la neve, gli spettacolari panorami assumono una dimensione più intima e suggestiva, l’aria frizzante e il cielo azzurro e, a sera, il crepitìo dei caminetti regalano giornate di magia. La posizione particolarmente felice del paese permette al turista di trovarsi in mezzo a una rete di piste pressoché infinita: Arabba, infatti, è inserita in uno dei caroselli sciistici più grandi del mondo, il Dolomiti Superski, e, con la sua Ski Area, offre agli appassionati della neve oltre 60 chilometri di piste innevate e battute, nonché strategicamente collegate tra loro da 29 moderni impianti di risalita. Tutti facilmente raggiungibili a piedi da ogni angolo del paese: una comodità che evita i fastidi dell’auto (tempi di spostamento, code, parcheggi, portasci eccetera), perché qui la vacanza è rigorosamente “stress free”. L’inverno di Arabba, comunque non si limita alle piste, per quanto di qualità. Gli ospiti hanno la possibilità di vivere tutte le dimensioni della neve: sia quelle più adrenaliniche, come lo scialpinismo, le arrampicate su ghiaccio o le corse in motoslitta; sia quelle più tranquille, come le escursioni con le ciaspole o il pattinaggio.

OFFERTE AMAZON PER I MIGLIORI SCI 2017 (Sci Alpino)

MODELLO SCI

VALUTAZIONE Neveclub

PREZZO

Sci FISCHER - RC4 The Curv Ti AR - 2017★★★★Prezzo Amazon
Sci HEAD - Supershape i.MagnumTFB + PRX12 - 2017★★★★★Prezzo Amazon
Sci ROSSIGNOL – Hero Master (R21 WC) - 2017★★★★★Prezzo Amazon
Sci ATOMIC - Redster G7 XT12 Anteprima 2017/2018 ★★★Prezzo Amazon
Sci VOLKL - Racetiger Speedwall - 2018★★★Prezzo Amazon

 

Ospitalità: mille soluzioni diverse

E per chiudere una giornata all’insegna della natura e dello sport, l’accoglienza e l’ospitalità ladina mettono a disposizione degli ospiti, sia in estate sia in inverno, oltre 3000 posti e 200 esercizi tra alberghi, ristoranti e strutture ricettive: dai wellness hotel con sauna, bagno turco, piscine e massaggi, ai garnì dal gusto tipicamente alpino, passando per residence, appartamenti, agriturismi e affitta-camere. Numerosi, infine, i locali tipici che si affacciano tra le vie del paese e la valle, dove lasciarsi tentare dal profumo dei dolci e delle specialità gastronomiche fatte in casa.

Inverno: lo sci senza confini

La Ski Area di Arabba offre agli appassionati oltre 60 chilometri di piste innevate e battute, nonché strategicamente collegate tra loro da 29 moderni impianti di risalita. Tutti facilmente raggiungibili a piedi da ogni angolo del paese: una comodità che evita i fastidi dell’auto (tempi di spostamento, code, parcheggi, portasci eccetera), perché qui la vacanza è rigorosamente “stress free”. E se la Ski Area non bastasse, la posizione particolarmente felice di Arabba permette al turista di trovarsi in mezzo a una rete di piste pressoché infinita: Arabba, infatti, è inserita nel Dolomiti Superski che, con i suoi 1200 km di piste, è il più grande carosello sciistico al mondo. Oltre alle piste, Arabba offre anche tre Ski Tour di grande impatto: il paese è punto di transito del Giro della Grande Guerra, un anello di un’ottantina di chilometri che si snoda intorno al Col di Lana, vero museo all’aria aperta del primo conflitto mondiale. Sciare tra postazioni, linee delle trincee, reperti di guerra, cammini di ronda e fortini, regala una giornata intensissima tra natura e Storia e permette di toccare con mano quanto i nostri Alpini da una parte e i soldati austro-ungarici dall’altra costruirono per fronteggiarsi e per resistere alle intemperie di un ambiente estremamente ostile. Non meno avvincente è salire ai 2478 metri di Porta Vescovo, in un panorama da togliere il fiato: alle spalle la maestosità della regina delle Dolomiti, la Marmolada; e, davanti, le piste di Arabba e il Sella. Il muro iniziale presenta diverse gobbe e si biforca presto in due rosse: Ornella e Salere. La prima scende lungo i Roccioni di Porta Vescovo con muri lunghi e divertenti. La seconda, invece, lambisce la nera “Fodoma” e s’inserisce nel percorso del Sella Ronda, altra “chicca” famosissima di Arabba: si tratta dello skitour più noto delle Dolomiti e tocca i Passi Sella, Campolongo, Pordoi e Gardena e le relative Valli (Alta Badia, Fassa e Gardena). Da Porta Vescovo, inoltre, è possibile raggiungere la Marmolada, da dove si scende, con una vertiginosa discesa di 12 km, dalla cima di Punta Rocca (3.269 m) fino a Malga Ciapela (1.450 m). Ma l’inverno di Arabba non si ferma qui. In linea con l’evoluzione delle discipline della neve è stato predisposto uno Snow Park, sono stati disegnati itinerari di fuoripista e incrementata l’offerta “extra-sci”, che oggi si declina in divertenti possibilità di pattinaggio, impegnative sfide su cascate di ghiaccio, spettacolari escursioni con le racchette da neve ed emozionanti gite in motoslitta sul Circuito Troi.








Vedi anche:
di Team di Neveclub.it 28 marzo 2017