News Marmolada

Porta Vescovo Dolomiti, la stagione invernale 2014/2015 inizia il 6 dicembre


Al via il 6 dicembre 2014 la stagione sciistica di Porta Vescovo Dolomiti Resort: una destinazione tutta da scoprire (e da gustare), all’interno del magico comprensorio Dolomiti Superski

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 1, media punteggio 4,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

L’apertura degli impianti è fissata per il prossimo 6 dicembre, ma a Porta Vescovo è già tutto pronto per affrontare la stagione invernale 2014-2015. Il comprensorio, che fa parte dell’area Dolomiti Superski, si sviluppa a partire dalla stazione a valle di Arabba (in provincia di Belluno, a 1.602 metri di altitudine). Da qui parte sia la telecabina per Pescoi, la stazione intermedia che è anche punto di transito per chi vuole spingersi fino alla Marmolada, sia la moderna funivia che arriva a Porta Vescovo, a 2.478 metri di quota: un paradiso per gli sciatori, oltre che un vero e proprio posto in prima fila – comodamente accessibile anche da chi non scia – per godersi lo spettacolo unico del massiccio del Sella e del ghiacciaio della Marmolada.

I numeri di Porta Vescovo Dolomiti Resort

Il comprensorio di Porta Vescovo Dolomiti Resort si sviluppa tra i 1.602 metri di Arabba e i 2.538 metri di Forcella Europa. A disposizione di sciatori e snowboarder ci sono 11 piste (complessivamente 22 km di discese, di cui la quasi totalità a innevamento programmato) e 8 moderni impianti di risalita. La pendenza massima sulle piste è del 50%.
Il comprensorio fa parte di due tra i più famosi e scenografici itinerari sugli sci di tutte le Alpi: il Sella Ronda (il famoso “giro dei quattro passi”) e lo skitour della Grande Guerra, che ripercorre il fronte dolomitico lungo il quale si scontrarono – tra il 1915 e il 1917 – i Kaiserjäger austriaci e tedeschi da una parte e gli Alpini italiani dall’altra.
Apertura impianti stagione invernale 2014-15: dal 6 dicembre al 12 aprile.

Non solo sci: food e relax

Fiore all’occhiello del comprensorio è l’offerta food, articolata in tre diverse strutture: la maggiore in termini di ricettività è il Rifugio Luigi Gorza, piacevole punto di incontro a 2.478 metri di quota, con self-restaurant con oltre 400 posti a sedere e snack bar per le soste veloci. Al suo interno si trova anche il ristorante gourmet Viel dal Pan, solo dieci tavoli per un’esperienza gastronomica unica. Ultima arrivata è la Cesa da Fuoch (in località Pescoi, a pochi passi dalla stazione intermedia della telecabina), posto accogliente dove fermarsi per colazione o per un pranzo a base di piatti freschi e pieni di gusto. Infine, per chi vuole rilassarsi, c’è il Soler de la Regina, il solarium coperto che si inserisce all’interno della stazione di arrivo della funivia di Porta Vescovo, con comodi lettini per chi vuole prendere il sole.

Portavescovo_neveclub

Gli eventi della stagione

Tanti gli appuntamenti da segnare in calendario per chi vuole scoprire il lato gourmet di Porta Vescovo Dolomiti Resort:
• Mercoledì sotto le stelle: per tutta la stagione sciistica, il ristorante gourmet Viel dal Pan e l’annesso Grand Bar resteranno aperti fino alle 23.30: per gli ospiti, menù-degustazione da 6 portate (di pesce, carne, vegano e vegetariano) creato dallo chef Ivan Materese. Dopo la cena, ci si rilassa osservando il cielo alle postazioni telescopiche. Prezzo: 95 euro a persona, escluse bevande. È possibile anche organizzare cene private con menù particolari su richiesta.
• Un Capodanno tra le stelle: cena di San Silvestro al ristorante Viel dal Pan, per un’esperienza gourmet a 2.500 metri di quota. E poi cocktails, divertimento e musica. Salita in funivia ogni 20 minuti, dalle ore 19, dalla la stazione a valle di Porta Vescovo ad Arabba. Ultima discesa alle 2.
• La notte di San Valentino tra le stelle: apertura speciale notturna del ristorante Viel dal Pan, per una cena in quota davvero romantica. Salita in funivia ogni 20 minuti dalle ore 19 alle ore 24 dalla la stazione a valle di Porta Vescovo ad Arabba.

Come arrivare in macchina

Parcheggio gratuito presso le funivie Porta Vescovo ad Arabba.
Per chi arriva dal basso Veneto, si consiglia l’uscita dell’A27 a Pian di Vedoia, direzione Belluno. Una volta raggiunto il capoluogo, proseguire seguendo l’indicazione Agordo, quindi Alleghe e Caprile e Livinallongo.
Dalla zona di Cortina, si consiglia il passo Falzarego e poi proseguire in direzione Arabba.
Da Bolzano, transito per il passo Pordoi e poi seguire indicazioni per Arabba.
Da Corvara, transito per il passo Campolongo e poi seguire indicazioni per Arabba.





di Team di Neveclub.it 4 novembre 2014