Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore e Misurina

Cortina D’Ampezzo : Pista Olimpia una discesa mozzafiato !


La pista Olimpia delle Tofane, sede delle gare di Coppa del Mondo di sci femminile, proposta anche per ospitare i Mondiai di Sci, è situata sotto le Tonfane, sul versante nord-ovest della conca d'Ampezzo.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 4, media punteggio 4,75 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

Si parte a 2250 metri e dopo poco si passa tra due roccioni veramente caratteristici che precedono un muro mozzafiato. La pista della “Perla delle Dolomiti” continua nel bosco dove si entra in canaloni stretti e ripidi dove è difficile contenere la velocità.

La partenza della pista più bella in Trentino è in corrispondenza del Paion del Cermis. Da qui si può godere di uno dei panorami più mozzafiato delle Alpi, con un colpo d’occhio che spazia dalle Dolomiti di Brenta, alle Dolomiti orientali, fino alle Alpi Austriache.

 

Il primo tratto della pista Olimpia 1 :

comincia subito con un bel muro in contro pendenza, seguito poi da un tratto pianeggiante per riprendere il respiro. Successivamente la pista, correndo parallela alla pista Costabella, giunge al Campiol del Pel a quota 1915 metri slm ( punto dal quale è possibile prendere la seggiovia quadriposto automatica Costabella che riporta direttamente al Paion del Cermis.)

 

Pista Olimpia_neveclub

 

Il tratto più impegnativo l’ Olimpia 2:

3 km di curve mozzafiato e muri che si snodano nel fitto bosco di abeti per arrivare fino al Doss dei Laresi. Il primo tratto non è particolarmente ripido, ma dopo poche centinaia di metri la pendenza aumenta: prima una curva a destra, poi il famoso “Cavatappi”, un tortuoso sinistra-destra molto ripido ma abbastanza largo. Una volta passato il “Cavatappi”, si giunge ad un breve tratto pianeggiante, dopodiché inizia il VERO ed EMOZIONANTE muro dell’Olimpia: qui la pendenza supera i 50 gradi, ma grazie all’elevata larghezza del tracciato, ogni sciatore può prendere la traiettoria a lui più adatta. Il muro è spezzato da una splendida curva sulla sinistra, per poi giungere alla stazione intermedia della cabinovia al Doss dei Laresi. Qui siamo a quota 1280 metri s.l.m. e, se siamo stanchi, possiamo riposarci presso la “Baita Dosso Larici” gustando un ottimo e caldo bombardino con la panna per riprendere un po’ di energia…

 

Tratto di Fondovalle, Olimpia 3 :

la famosa “final climb” della gara di coppa de mondo Tour de ski e dalla scorsa stagione invernale illuminata. Qui la difficoltà non è elevata, soltanto media a tratti. Si parte con un falsopiano per poi imbattersi subito in un bel muro di media difficoltà e molto largo. In fondo ad esso c’è un cambio di pendenza e successivamente, dopo un altro bel sinistra-destra, inizia un lungo tratto pianeggiante che termina alla stazione del fondovalle dove si trova la partenza della cabinovia Fondovalle-Doss dei Laresi a quota 850 metri slm.

Olimpia_neveclub





di Team di Neveclub.it 25 novembre 2014