Gomme da Neve, Pneumatici Invernali

Gomme invernali, i vantaggi di prepararsi in tempo al cambio stagionale


L'autunno è ormai arrivato (ufficialmente il 22 Settembre), e questo significa che si avvicina la "stagione delle piogge" e, soprattutto, il periodo invernale, che nelle zone montuose mette a dura prova le abilità alla guida di chi circola con le auto. E si avvicina anche la metà di novembre, periodo in cui scatta l'obbligo di montare le coperture giuste per evitare rischi peggiori.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 3, media punteggio 4,67 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

 pneumatici-invernali-obbligo-di-legge_neveclubQuasi la metà degli incidenti stradali, per la precisione il 48 per cento, che avvengono durante il periodo invernale è causata da asfalto sdrucciolevole. Basterebbe questo dato da solo a convincere dell’utilità di non sottovalutare le condizioni degli pneumatici delle auto, il principale (nonché unico) punto di contatto tra la vettura e il fondo stradale, e dunque elemento cardine per la sicurezza di chi viaggia a bordo e degli utenti.

Gli obblighi invernali. Se poi aggiungiamo che con l’approssimarsi dell’inverno aumentano anche i rischi collegati agli agenti atmosferici, dalle piogge insistenti alle nevicate intense (che ormai sempre più di frequente interessano anche zone a bassa quota, non solo tratti alpini), si capisce che gli obblighi imposti dal Codice della Strada sul versante della circolazione sono molto più che un “capriccio” o un’eccessiva premura.

Novembre si avvicina. Il tempo non manca, anche se il Ministero dei Trasporti ha fissato un periodo di un mese di “tolleranza”, dedicato proprio a completare tutte le procedure relative al cambio gomme prima dell’entrata in vigore ufficiale e definitiva delle ordinanze locali, che impongono di viaggiare sui tratti individuati soltanto con gli specifici pneumatici invernali, o di montare all’occorrenza le catene da neve, con tutte le difficoltà del caso (immaginate di esser costretti a compiere questa operazione proprio nel pieno di una nevicata, o comunque con la colonnina di mercurio che scende sotto lo zero!).

Come ormai dovrebbe esser noto, il giorno in cui partono gli obblighi è canonicamente fissato al 15 novembre, e quindi già dal 15 ottobre inizia la fase in cui è consigliabile procedere al montaggio preventivo delle invernali. Anche prepararsi in anticipo non è solo un’operazione da “maniaci del controllo”, quanto una mossa intelligente per evitare, da un lato, eventuali code dal gommista che effettuerà la manovra in concreto, ma anche (e soprattutto) per poter scegliere il nuovo treno con calma e trovando la soluzione migliore per le nostre tasche.

Pneumatici invernali 2015Il vantaggio dell’anticipo. Già da tempo, infatti, sul portale di Euroimport Pneumatici sono in vetrina numerosi modelli di gomme invernali delle principali marche al mondo, proposte in offerta a prezzi davvero vantaggiosi e convenienti; inoltre, anche le consegne subiscono ovviamente le conseguenze della corsa dell’ultimo minuto. Ovvero, chi acquista prima avrà certezza di veder arrivare a casa propria (o comunque presso l’indirizzo indicato) il nuovo treno di pneumatici in tutta tranquillità, evitando l’affollamento di richieste e consegne che si scatena nei primi giorni di novembre.

Nonostante le campagne di sensibilizzazione e l’annunciato giro di vite sui controlli, che dovrebbero essere ancora più stringenti, si stima infatti che solo un quarto degli automobilisti italiani possieda il treno invernale; quindi, questo implica che a breve potrebbe partire la ricerca affannata per mettersi in regola ed evitare le salate multe previste dal Codice della Strada.

Una scelta logica. Ma non dovrebbero essere soltanto ragioni di tipo economico a spingere gli automobilisti verso il rispetto degli obblighi, quanto piuttosto la possibilità di aumentare la propria sicurezza al volante. È infatti certificato che le gomme invernali – e in particolare quelle di ultima generazione – sono realizzate con una mescola specifica studiata per non subire conseguenze negative dalle temperature fredde (ovvero, non cristallizzare e perdere aderenza), nonché con un battistrada intagliato e più ricco di lamelle, adatto a drenare la pioggia e garantire il giusto grip su ogni tipo di asfalto, nonostante la presenza di fango, neve o ghiaccio.

Approfondimenti utili:





di Anna Capuano 24 settembre 2016