Materiali per sci e snowboard

Come scegliere un paio di scarponi da sci ? : guida e consigli tra i vari modelli


Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 1, media punteggio 5,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

Come scegliere un paio di scarponi da sci ? è una domanda ricorrente fra gli sciatori meno esperti ed anche fra quelli di buon livello che cercano un prodotto comodo ma performante…

Con questo post offriamo una panoramica sulle caratteristiche tecniche per chi deve scegliere gli scarponi da sci, attrezzo fondamentale per chiunque voglia cimentarsi sulla neve con gli sci.

Nei negozi di attrezzatura per gli sport invernali, si sentono spesso le domande su come scegliere gli scarponi, o come scegliere un paio di sci, fate attenzione a non farvi convincere solamente dal prezzo o dall’estetica !

TIPI DI SCARPONI

Gli scaponi da sci trasferiscono tutti i movimenti imposti dallo sciatore allo sci stesso essendo il corpo di giunzione tra le due parti.

Si possono scegliere gli scarponi da sci che generalmente sono classificati nelle seguenti categorie:

– Scarponi da sci Race

– Scarponi da sci All Around Top Level

– Scarponi da sci All Around

Tra i vari modelli ci sono differenze sostanziali relative alla comodità ed alle caratteristiche tecniche; infatti i modelli da gara sono sicuramente scomodi (spesso definiti delle morse per i piedi) ma trasferiscono con estrema precisione e reattività i controlli (e di conseguenza anche eventuali errori).

I modelli All Around, Top level e non, risultano morbidi e più confortevoli a discapito della reattività e della capacità di controllo, è vero anche però che accettano maggiormente gli errori commessi ad esempio nella conduzione di curva.

Per effettuare la giusta scelta è corretto recarsi presso un centro specializzato con a disposizione una vasta scelta di modelli e marche in modo da poter provare come meglio si adattano al nostro piede le tipologie proposte.

Nel calzare lo scarpone verificate la comodità, considerando che i materiali plastici quando saranno esposti alle basse temperature si induriscono e quindi un modello che risulta comodo sarà comunque più rigido sulla neve.

I modelli recenti hanno nella zona posteriore una maniglia in tessuto rinforzato che agevola la calzata.

Una volta infilato correttamente lo scarpone, serrate i ganci partendo dalla punta.Come riferimento per la misura è giusto considerare che quando il tallone è ben arretrato e correttamente posizionato, le dita devono sfiorare la punta dello scarpone stesso.

La comodità dello scarpone mantenuto al piede per diverse ore dipende molto dalla morfologia dello stesso in relazione con la forma del piede; quest’ultimo deve risultare ben assicurato all’interno senza presentare zone più costrette e dolorose, le dita devono potersi muovere leggermente.

Comunque il piede deve risultare ben fasciato, ben bloccato, senza dolorosi punUna volta identificato il modello e la misura, calzate gli scarponi e teneteli per circa dieci minuti effettuando flessioni delle ginocchia in simulazione dell’attività sciistica.

Le parti principali che compongono uno scarpone sono:

– Flex: questo parametro rappresenta l’inclinazione del gambetto ed è espressa con un numero progressivo crescente in proporzione con la durezza. Es.: Flex 100 esprime uno scarpone “duro”, mentre un Flex 60 più morbido.

– Canting: questa regolazione di precisione varia l’inclinazione del gambetto e può essere utile per sciatori di alto livello.

– Scarpetta: è l’interno vero e proprio dello scarpone ed ha il compito di trasmettere sensazione di comodità, calore e morbidezza mantenedo un buon contatto con lo scafo.La parte più tecnica della scarpetta è determinata dal plantare che ha contatto diretto con il piede.

– Gambetto: uniscie la scarpa al gambale, ma sopratutto per mezzo della sua inclinazione influenza la posizione dell’atleta durante la sciata.

– Scafo: realizzato con materiali diversi a seconda del livello dello scarpone (differente durezza e snervamento meccanico) è un componente strutturale.

– Ganci: sono le leve di chiusura dello scarpone, sono generalmente 4 ed hanno una regolazione micrometrica che si effettua girando la leva stessa.

Le principali caratteristiche degli scarponi da sci sono:

– Rigidità: necessaria per trasmettere correttamente i controlli allo sci essenziale per la conduzione di curva e la presa di spigolo.

– Flessibilità anteriore: richiesta in particolare con neve polverosa, carving o su piste con gobbe.

– Energia elastica: necessaria per agevolare lo sforzo muscolare.





di Team di Neveclub.it 6 settembre 2014