Materiali per sci e snowboard

Come scegliere gli scarponi da sci ? Uno scarpone per ogni piede !


Come scegliere gli scarponi da sci è una tra le azioni fondamentali e più importanti per lo sciatore. Quando si devono scegliere gli scarponi da sci, si affronta un momento delicato da compiere in negozi specializzati nei quali poter seguire consigli di esperti. Il confort, la precisione e la rigidezza dello scarpone faranno la differenza sia in condizioni race, che durante lo sci amatoriale.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 5, media punteggio 5,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

Sei un principiante e non sai come scegliere gli scarponi da sci ? oppure devi cambiare i vecchi compagni di tante avventure sulla neve, ti consigliamo di leggere attentamente la guida seguente che ti aiuterà nel momento di scegliere…..

Molti sciatori sottovalutano l’importanza di come scegliere gli scarponi da sci, nella fase di scelta si fanno guidare dal prezzo, oppure da negozianti attenti solamente ad aspetti commerciali.

Teniamo presente però, che lo scarpone da sci è il punto di collegamento tra i piedi e gli sci, essi sono l’elemento fondamentale per trasferire correttamente allo sci i movimenti del corpo e i cambiamenti di direzione.

Nel tempo gli scarponi da sci si sono molto evoluti e le aziende produttrici propongono, da diversi anni, modelli che si adattano perfettamente alla forma del piede, grazie a soluzioni tecniche ad iniezione di silicone, o a brevetti di materiali che si formano termicamente, come i Vacuum -fit di Fischer.

Gli scarponi da sci devono essere scelti in funzione del tipo di sciata che si vuole praticare o del livello tecnico dello sciatore, ricordandosi sempre che lo scarpone rappresenta lo strumento chiave per il confort, la sicurezza, ed il divertimento delle nostre giornate sulla neve.

In commercio si trovano scarponi da sci di svariate marche e modelli, ATOMIC, FISCHER, HEAD, LANGE, NORDICA, ROSSIGNOL, SALOMON, TECNICA etc… che possono soddisfare tutti gli sciatori, ma vediamo come scegliere gli scarponi da sci giusti per il nostro piede.

Osservando attentamente i tuoi piedi puoi notare delle minime differenze tra destro e sinistro, e quindi è facile pensare che gli scarponi in commercio siano stati modellati in maniera generica per poter accogliere tutte le forme ed i piedi di tutti gli sciatori. E’ importante però capire quale tra i modelli disponibili è più adatto alla nostra forma anatomica.

Gli scarponi da sci si possono innanzitutto suddividere in tre categorie : Race, Allround e Freeski.

I parametri fondamentali che differenziano le tre categorie sono il flex ed il confort dato dalla larghezza della scarpa.

Come sempre si deve scendere a compromessi, infatti scegliendo uno scarpone Race vengono privilegiate le doti tecniche dell’attrezzo a discapito del confort. Questo è dovuto dal fatto che per trasferire correttamente e con precisione i movimenti e la pressione sviluppata dallo sciatore, allo sci, è necessaria una scarpa molto aderente, realizzata con materiali rigidi che viene serrata tramite i ganci di chiusura fino al limite. Per abbinare queste caratteristiche con l’anatomia degli atleti, si possono sfruttare le caratteristiche di alcuni materiali descritti prima, ma sopratutto è fondamentale intervenire sulla struttura della scarpa, agendo con attrezzi come fresa e lima, in modo da eliminare le zone di interferenza tra scarpone e piede.

scarponi_neveclub

Nei negozi specializzati è una prassi comune, l’intervento di modifica della struttura dello scarpone :

Innanzitutto si sceglie lo scarpone più confortevole e con le caratteristiche tecniche più adatte alla propria sciata, dopo si prova la scarpa facendo attenzione a quali punti diventano doloranti o si sentono troppo costretti nello scarpone, quando si serra mediante i ganci anteriori.

 Ora si toglie lo scarpone e si segnano i punti in questione (che saranno inevitabilmente arrossati sulla pelle, soprattutto ponendo attenzione alla zona dei metatarsi) con del semplice rossetto da labbra di colore scuro; si reinserisce il piede, (segnato con il rossetto) all’interno dello scarpone e si serra nuovamente. In questo modo il rossetto colorerà la struttura dello scarpone nei punti di interferenza con l’anatomia del piede stesso.

A questo punto si interviene asportando con frese manuali (tipo Dremel o lime) il materiale in eccesso, andando a customizzare lo scafo in funzione dell’anatomia del piede.

Molti pensano che la cosa più importante da tenere in considerazione sia la lunghezza dello scarpone, mentre invece è la larghezza nella zona dei metatarsi quella che genera maggior fastidio e dolore durante l’attività sportiva.

Il negozio che consigliamo per realizzare queste operazioni ed al quale rivolgersi per la scelta di scarponi da sci di alto livello è Ornello Sport (P.zza XX Settembre, 10 ASOLA – MN). Per scegliere con cura  lo scarpone da sci e realizzare la personalizzazione, è necessario un appuntamento concordato telefonicamente.

Ornello_2 Ornello_3 Ornello-1

Per i motivi già descritti, una scarpa con 98 mm di larghezza di pianta (scarpe race) è decisamente più stretta e precisa, ma allo stesso tempo meno confortevole, rispetto a uno scarpone con pianta 100/104 mm (scarponi allround).

Altro parametro fondamentale è la rigidezza, definita “flex index“. Purtroppo non esiste un parametro unico per l’indice di flessione tra le varie aziende produttrici, possiamo però definire con flex 50/60 uno scarpone morbido e adatto ad uno sciatore in evoluzione, mentre con flex 130 un prodotto rigido più indicato per uno sciatore esperto o agonista amatoriale.

SCARPONI RACE: Hanno un flex di circa 130 e una larghezza di pianta compresa tra i 95 e i 98 mm. Sono scarponi rigidi e poco confortevoli, molto tecnici  e permettono una trasmissione di movimento allo sci precisa e dinamica. Sono adatti a sciatori esperti con una buona preparazione atletica e dotati di tecnica elevata.

SCARPONI ALLROUND: Hanno un flex che può variare tra 90 e 120 per gli sciatori più esperti e un flex compreso tra 60 e 80 per gli sciatori principianti o in evoluzione. Hanno una larghezza della pianta del piede compresa tra i 100 e i 104 mm . Sono scarponi meno tecnici e performanti rispetto ai Race, però garantiscono un comfort sicuramente più elevato.

SCARPONI FREESKI: Sono adatti al freestyle ed al freeride. Hanno un flex compreso tra 90 e i 120 di flex, sono equipaggiati con sistemi ammortizzanti all’interno della suola per attutire gli urti, sono dotati di suole con inserti di gomma più morbida per permettere una camminata più confortevole. Quelli più specifici da freeride possono avere sistemi di sblocco del gambetto per facilitare la salita in caso di utilizzo scialpinistico breve.

elementi-scarpone

CONSIGLI PRATICI PER SCEGLIERE GLI SCARPONI DA SCI:

Dopo le considerazioni esposte sopra abbiamo capito che non esiste la marca o il modello migliore in assoluto, ma è necessario trovare il prodotto che meglio si adatta alla tua anatomia del piede. Per questo non ascoltare i consigli di chi ti spinge a priori verso una tale marca, magari in funzione di esperienze personali, che potrebbero non rispecchiare le tue sensazioni.

E’ importante acquistare lo scarpone della misura esatta per il tuo piede, e non prendere scarpe con un numero più grande pensando di migliorare il confort. Prima di scegliere il numero dello scarpone assicuratevi che il vostro piede venga misurato mediante appositi strumenti di misura mentre indossate solamente le calze. (Magari proprio le calze che usi per sciare). (Questa considerazione mette in gioco la sicurezza, in quanto nello scarpone largo si possono avere problemi in fase di caduta, creando lesioni o fratture al piede).

Il sistema di misurazione usato dalle aziende è il mondopoint (mp), che corrisponde alla lunghezza in centimetri del piede. Una volta misurato il piede con l’apposito misuratore, prova a calzare prodotti adatti al tuo numero.

Misure di scarponi in funzione della lunghezza del piede, e sistema mondopoint.

Helvetia

Una volta calzata la scarpa, chiudi i ganci anteriori partendo dalla punta e fai qualche flessione in avanti.

A questo punto, stando in piedi le dita del piede devono toccare leggermente la punta dello scarpone, mentre flettendo le ginocchia il piede deve arretrare permettendo alle dita di muoversi. Il piede deve essere fasciato in modo uniforme e bloccato, senza che tu avverta compressioni dolorose.

Se lo scarpone risulta troppo largo e confortevole, cioè in fase di piegamento il tallone si alza, vuol dire che stai acquistando uno scarpone troppo grande.

Per la scelta degli scarponi da sci e per confrontare i prezzi, ti consigliamo di visionare i prodotti nella nostra sezione PREZZI SCARPONI DA SCI





di Maurizio Del Grosso 5 gennaio 2015