News di Scialpinismo

Progetto SHERPA per la ricerca dei dispersi in Valanga


Grazie ai finanziamenti dell'unione europea, l'Alma Mater Studiorum di Bologna, ha realizzato il progetto SHERPA che impiega l'utilizzo di droni, robots ed aereomodelli ad ala fissa a servizio dei soccorritori utili nella ricerca di dispersi nelle valanghe in alta montagna.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 2, media punteggio 5,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...


Questi robots hanno il compito di localizzare i dipersi nelle slavine, sepolti fino a tre metri sotto la neve, in pochi minuti, riducendo il numero di incidenti causati dalla neve. Il progetto si basa su tre elementi robotici, ai quali sono stati attribuiti nomi di animali :

  • AEREOMODELLI che fanno il primo screening della zona colpita (Falchi di pattuglia).
  • ROVER (Asini intelligenti) che trasportano su terra i DRONI (Vespe allenate) in grado di fotografare le zone colpite con telecamere ad infrarossi e registrare segnali radio ARTVA che ogni scalatore o sciatore esperto porta con sè.

Queste informazioni arrivano in pochissimi minuti mentre normalmente ci si impiegherebbero ore per il ritrovamento ed il recupero, ma il reperimento entro 15/20 minuti è il più rilevante in termini di sopravvivenza. I soccorritori inoltre possono intervenire sul luogo esatto, in tempi rapidissimi senza rischi per la propria incolumità.

La guida dei droni, viene fatta dall’uomo attraverso comandi vocali e gestuali; quindi si può parlare di una intregrazione impilicita dei robots con l’uomo ovvero con la squadra di soccorso : pochi scambi di informazioni ad alto valore umanocon l’obbiettivo di essere efficaci nell’operazione di soccorso.

PREZZI E OFFERTE SPORT INVERNALI

MATERIALI, ACCESSORI ED ABBIGLIAMENTO

NEGOZIO

SCIALPINISMO AMAZON.it
SCI ALPINO AMAZON.it
FONDO AMAZON.it
FREERIDE / SNOWBOARD AMAZON.it
ACTION CAM AMAZON.it
ARTVA Sicurezza fuori pista AMAZON.it
GOMME DA NEVE E CATENE AMAZON.it

SHERPA infatti è un acronimo che indica l’interazione tra robots ed esseri umani in attività di soccorso. Ma i droni potranno in futuro anche essere utilizzati nella ricerca di escursionisti persi in alta montagna o per monitorare delle frane.

 






Vedi anche:
di Alessandra D'Auria 9 aprile 2017