Scialpinismo

I migliori scarponi da scialpinismo SCARPA


SCARPA è uno dei marchi leader nel settore degli scarponi per scialpinismo, che da anni abbina tecnologia e funzionalità al servizio degli appassionati di sci alpinismo.

Punteggio : 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (voti 1, media punteggio 5,00 su 5) ... Aggiungi il tuo voto !

Loading...

Proponiamo una selezione dei migliori scarponi da scialpinismo SCARPA, scelti tra i modelli RACE e PERFORMANCE della casa:

ALIEN è ideato e progettato per gli scialpinisti che praticano un’attività intensa e di alto livello. La chiusura “Speed Lock” con leva “A-light” e cordino in Dynema, permettono il bloccaggio superiore nell’area tibiale, e al contempo l’aggancio del gambetto allo scafo, per la fase di discesa. Per l’area dell’avampiede, il BOA® garantisce una chiusura dedicata e personalizzata, senza punti di pressione. Adatto a tutti coloro che cercano uno scarpone leggero per la fase di risalita, e performante in fase di discesa, ALIEN rappresenta il perfetto crossover tra il mondo race e l’attività scialpinistica ultra-dinamica.

alien

MAESTRALE RS è lo scarpone quattro leve di riferimento nello scialpinismo. Un modello che unisce le caratteristiche tecniche di uno scarpone da scialpinismo, con elementi distintivi dei modelli freeride. La costruzione Axial Alpine Technology con lingua in Pebax®, materiale che si mantiene elastico anche a basse temperature, lo rende preciso e stabile, permettendo una corretta trasmissione degli impulsi allo sci anche su pendii ripidi. Il nuovo meccanismo ski-walk Mirage Pro è progettato per garantire una naturale fase di camminata.

MAESTRALE RS è il perfetto mix di leggerezza in salita e massima performance in fase di discesa.

maestrale-rs

GEA è l’essenza dello scialpinismo, ha una scarpetta Intuition estraibile e termoformabile, costruita su specifica morfologia del piede femminile, per avere il massimo in termini di comfort di calzata. Lo scafo e il gambetto hanno grafiche specifiche, dedicate al mondo femminile.

gea





di Maurizio Del Grosso 28 gennaio 2016